Nick Kyrgios è stato costretto a ritirarsi dal torneo Atp 250 di Atlanta in singolo. Soltanto lunedì scorso, 25 luglio, il finalista di Wimbledon era sceso in campo per giocare il suo match di doppio insieme a Thanasi Kokkinakis e i due erano riusciti a sconfiggere (7-6 6-3) una coppia ultra-rodata, quella formata da Mahut e Roger-Vasselin.

L’esordio di Kyrgios nel singolo era previsto nella serata di martedì, ma l’australiano si è presentato in campo solo per salutare i fan e per annunciare il suo ritiro a causa di un dolore al ginocchio sinistro. Un acciacco che non rappresenta una novità per il tennista, poiché lo aveva costretto a finire in anticipo la stagione 2021, senza permettergli di giocare in autunno. “Sono davvero distrutto per non essere in grado di competere stasera”, ha detto Kyrgios al pubblico.

“Ho vinto questo torneo una volta e sto giocando il miglior tennis della mia carriera. Volevo solo venire in campo e dare spettacolo e ovviamente vedere di cosa sono capace, ma oggi non sono in grado di dare il meglio”. Nonostante il dolore, al momento Kyrgios ha deciso di non cancellarsi dal doppio, quindi i fan presenti ad Atlanta potrebbero comunque rivederlo in campo nei prossimi giorni: “Spero comunque di poter continuare in doppio con Thanasi questa settimana”, ha confermato l’australiano.

Al posto di Kyrgios è stato ‘ripescato’ Adrian Mannarino. Il francese è riuscito a battere in un’ora e mezzo il tedesco Gojowczyk (6-3 7-6): “So che non sono tanto divertente quanto Nick, ma ho fatto del mio meglio”, ha dichiarato a fine partita.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il confronto tra la Serie A e gli altri campionati europei: ecco i danni prodotti dal mancato rinnovamento del calcio italiano

next
Articolo Successivo

Scambio di prigionieri tra “il mercante della morte” e la star del basket: la proposta degli Usa alla Russia per salvare Brittney Griner

next