È stato fermato un uomo con l’accusa di tentato omicidio premeditato. Si tratta di Pasquale Pezzella, 36enne che, secondo gli investigatori, è il responsabile del tragico avvenimento di Frattamaggiore, in provincia di Napoli. Pezzella è il primo sospettato per l’aggressione a Nicola Liguori, l’uomo a cui è stato dato fuoco mentre videochiamava la fidanzata nella notte tra tra giovedì 30 e venerdì 1 luglio.

Il 36enne è stato sentito a lungo dagli investigatori del commissariato di Frattamaggiore nella giornata di ieri, 4 luglio. Le indagini svolte dalla squadra mobile e coordinate dalla procura di Napoli nord in Aversa (Caserta) sono risalite a Pasquale Pezzella, dato che è la persona indicata da Nicola al fratello, quando lo ha soccorso e portato in ospedale. Una volta raccolta la confidenza, il fratello ha subito sporto denuncia. Alla base dell’aggressione, attriti pregressi: secondo gli inquirenti, la causa è il furto di uno scooter che il sospettato imputerebbe a Liguori.

Secondo quanto ricostruito, Nicola era seduto su una panchina quando alle sue spalle è comparso un uomo che gli ha gettato addosso del liquido infiammabile e poi gli ha dato fuoco. Questo è quello che la fidanzata di Liguori ha visto mentre era in videochiamata con lui, sul cellulare della donna è apparsa improvvisamente una fiammata. Subito ha iniziato a gridare a squarciagola, chiedendo aiuto per il suo fidanzato, mentre l’uomo ha cercato di spogliarsi e di togliersi gli indumenti infiammati. Nicola si è poi trascinato verso casa della madre, dove ha trovato il fratello che lo ha caricato e portato all’ospedale San Giovanni di Dio. Ora è ricoverato al Policlinico di Bari in prognosi riservata per le ustioni sul corpo, le sue condizioni sono molto gravi. Ha riportato bruciature di terzo grado sul 45% del corpo e in particolare le ferite sono sulle gambe e sulle braccia, sulla regione lombare, sui glutei, sulla schiena, sul dorso e sul fianco.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, metro 5 interrotta per alcune ore fra Garibaldi e Zara a causa di un pacco sospetto

next
Articolo Successivo

Marmolada, portavoce del Soccorso alpino Milan: “Il pericolo sono le alte temperature, non sono esclusi altri crolli”

next