“Russia non vuole negoziare la pace, non vuole la pace. Il suo scopo è rovinare l’Ucraina e l’intera Europa”, ha affermato il Presidente ucraino, Volodymir Zelensky, nella conferenza stampa che ha tenuto a Kiev con il premier Mario Draghi, il presidente francese Emmanuel Macron, il cancelliere tedesco Olaf Scholz, e il presidente della Romania, Iohannis, sottolineando il suo apprezzamento per la visita dei leader europei alla vigilia del giorno in cui la Commissione presenterà la sua raccomandazione sulla concessione dello status di candidato all’Ucraina. Zelensky ha spiegato che nel colloquio di oggi si è parlato dell’importanza di un “ulteriore aumento coordinato delle sanzioni contro la Russia e di come contrastare la crisi alimentare creata dalla Russia”. I Paesi, ha aggiunto, intendono “fare il possibile per non causare il caos politico e la fame nei Paesi dell’Africa e dell’Asia”. Il Presidente ucraino ha parlato anche della “difesa eroica del Donbass e della situazione al fronte” e ribadito la necessità del suo Paese di avere armi moderne. “Ogni arma è una vita umana salvata, ogni rinvio aumenta la possibilità dei militari russi di uccidere i nostri civili”, ha affermato. Zelensky ha quindi chiesto una “posizione comune europea in sostegno della nostra adesione all’Ue.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mosca, Kiev e la comunicazione di questi mesi: tra uso politico della storia, distorsioni, mediatizzazione a favore di opinione pubblica

next
Articolo Successivo

Tunisia paralizzata, tre milioni di lavoratori in sciopero: la protesta contro la scelta di Saied di congelare i salari per garantire il prestito Fmi

next