“Sono venuto qui per dare un segnale molto chiaro: noi del Partito democratico crediamo nella nostra coalizione larga di centrosinistra. Ci crediamo veramente e se il nostro candidato perde le primarie, immediatamente dopo chi le ha vinte diventa il nostro candidato”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, in un comizio a sostegno della candidatura di Michele Foggetta a sindaco di Sesto San Giovanni. Era il candidato alle primarie del 3 aprile scorso di Sinistra Italiana e alle urne si presenta con una coalizione che comprende anche il Movimento 5 stelle.

L’incontro elettorale è arrivato poche ore dopo l’accordo tra Letta e Conte sulle primarie condivise per le elezioni regionali in Sicilia. Un argomento, però, non ancora deciso ufficialmente, sottolinea Letta: “Non c’è stato nessuno stop – ha detto il segretario del Pd – semplicemente quando ci siamo incontrati abbiamo cominciato a ragionare della possibilità di fare le primarie. È stato un incontro incoraggiante, adesso bisogna fare dei passi avanti e decidere definitivamente”.

“Penso che sia importante costruire una colazione larga per il Paese. Quello è lo schema sul quale lavoriamo”, ha aggiunto il segretario di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni. “Sappiamo benissimo che cosa vorrebbe dire se non fossimo in grado di costruire una coalizione di centrosinistra allargata e vincente: il primo vero governo delle destre in Italia”, ha concluso Letta dal palco.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Guerra in Ucraina, Salvini sull’ipotesi di viaggio a Mosca: “Vado dove sono utile. La pace merita lo sforzo di tutti”

next
Articolo Successivo

Comunali, Giorgetti in visita a Genova: “Stato di salute della Lega in mano agli elettori. Bucci è un candidato fenomeno”

next