“Non esiste una pace imposta, si parte dalla disponibilità dell’Ucraina perché il loro popolo è stato invaso e il nostro obiettivo è agevolare il dialogo per step, per arrivare al cessate il fuoco e poi alla pace“. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio alla conferenza stampa finale della presidenza italiana al Consiglio d’Europa rispondendo a una domanda sul piano italiano. “L’Italia promuove il piano e lo fa in base alla credibilità che ha, perché abbiamo sostenuto con tutti i nostri mezzi il popolo ucraino e questo ci dà credibilità di parlare di dialogo perché non ci siamo tirati indietro per aiutare gli ucraini aggrediti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Guerra Ucraina | I dubbi del New York Times: “Vittoria Kiev irrealistica, Putin non farà marcia indietro. Biden dica a Zelensky che c’è un limite all’invio di armi”

next
Articolo Successivo

L’esercito israeliano non aprirà alcuna inchiesta sull’uccisione della reporter Shireen Abu Akleh. “Nessun sospetto di illecito”

next