Un attacco ai senatori che hanno bocciato il ddl Zan a Palazzo Madama è venuto questa mattina, nella cerimonia ufficiale per gli 800 anni dell’Università di Padova, dalla rappresentante degli studenti dell’Ateneo. “Mi chiedo – ha detto Emma Ruzzon, parlando davanti al Presidente Mattarella e alla presidente del Senato, Casellati – come possa considerarsi libero un Paese in cui i senatori della Repubblica possono permettersi di applaudire pubblicamente l’affossamento di un ddl che, in minima parte, mirava a tutelare la libertà di esistere di persone, cittadini, di uno Stato che continua a chiudere gli occhi davanti alla sua omotransfobia

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aborto, il numero ufficiale dei medici obiettori è spesso molto lontano dalla realtà

next
Articolo Successivo

Suicidio assistito, il 46enne Fabio Ridolfi ha ricevuto il via libera: “Atto pronto da 40 giorni, ma si erano scordati di dirglielo”

next