Tre giorni al mese di congedo per le donne che soffrono di forti dolori mestruali. Lo prevede una bozza di legge del governo spagnolo, che dovrebbe essere approvata nel corso della prossima settimana. Come si legge sul Telegraph, Madrid sta per diventare quindi il primo Paese occidentale a offrire un simile diritto, presente al momento solo in alcuni Paesi asiatici – tra cui Giappone, Corea del Sud e Indonesia – e in Zambia. Secondo quanto riferito dalla Società spagnola di ginecologia e ostetricia, circa un terzo delle donne con il ciclo soffre di dismenorrea – il dolore uterino che accompagna le mestruazioni – e la percentuale aumenta se si conteggia anche la fase premestruale, spesso anch’essa dolorosa. Fra i sintomi anche mal testa e diarrea.

Il segretario di Stato per la parità di genere Angela Rodriguez ha detto che “Se qualcuno ha una malattia con tali sintomi è concessa un’invalidità temporanea: lo stesso dovrebbe valere per il ciclo mestruale. Nella legge sono previste anche alcune misure per migliorare la salute delle donne durante il ciclo, come l’obbligo per le scuole di fornire assorbenti. Si punta inoltre a rimuovere l’Iva dal prezzo degli assorbenti, andando incontro alle richieste delle donne spagnole. Il governo spagnolo prevede inoltre di ampliare il diritto all’aborto, eliminando l’obbligo che prevede l’accompagnamento dei genitori per chi ha 16 o 17 anni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Molestie a Rimini, per il presidente degli alpini di Pavia è solo una “trovata pubblicitaria di un’associazione di donne”

next