Dopo un viaggio di oltre 15 ore, Samantha Cristoforetti e l’equipaggio della Crew-4 sono arrivati a bordo della Stazione Spaziale internazionale. Con Cristoforetti, alla sua seconda missione, anche i colleghi della Nasa Kjell Lindgren, Bob Hines e Jessica Watkins.. Ad accoglierli a bordo, con tanto di abbracci, i 7 membri dell’equipaggio dell’Iss: Raya Chali, Thomas Mashbirn e Kayla Barrow della Nasa, Oleg Artemyev, Denis Matveyev e Sergei Korsakov, dell’agenzia spaziale russa Roscosmos e il tedesco Mathias Maurer, dell’Esa.

Il primo a entrare nella Stazione Spaziale è stato il pilota della Crew-4, Bob Hines quindi è stata la volta di Jessica Watkins e Samantha Cristoforetti e infine è entrato il comandante Kjell Lindgren. Ora la stazione orbitale è di nuovo affollata, con 11 persone a bordo. Ancora una volta ci sono due europei insieme sulla Iss: Cristoforetti e Maurer. Quest’ultimo dovrà partire a giorni, con i colleghi della Crew-3, al termine di una missione di sei mesi.

Per l’astronauta italiana comincia adesso un intenso periodo di lavoro nel quale dovrà seguire molti esperimenti. Fra questi, sei sono stati progettati dall’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), e riguardano gli effetti della permanenza dello spazio sull’organismo umano, come lo stress ossidativo e l’impatto della microgravità sull’apparato riproduttivo femminile e sull’udito. In programma anche test sull’impatto della microgravità e delle radiazioni sulle caratteristiche dell’olio extravergine d’oliva italiano e la sperimentazione di un rivelatore di particelle.

Nella sua missione, della durata di circa sei mesi, Cristoforetti assumerà il ruolo di leader del Segmento orbitale americano, che comprende i moduli e componenti statunitensi, europei e canadesi della Stazione Spaziale. C’è infine la possibilità che l’astronauta italiana dell’Esa possa affrontare una delle passeggiate spaziali previste per completare l’installazione del braccio robotico europeo della Stazione Spaziale, ma i dettagli di questa serie di attività extraveicolari non sono ancora stati definiti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Epatite nei bambini, l’agenzia sanitaria inglese: “Adenovirus F41 causa più probabile”. Kyriakides (Ue): “Situazione preoccupante”

next
Articolo Successivo

Guerra Russia-Ucraina, Mosca annuncia l’addio alla Stazione spaziale internazionale: “Decisione presa”

next