È stata confermata dalle autorità cinesi la prima infezione di un essere umano con il ceppo H3N8 dell’influenza aviaria. Si tratta di un bambino di quattro anni della provincia di Henan, nella Cina centrale, che lo scorso 5 aprile ha avuto febbre e altri sintomi. Secondo le prime informazioni, era stato a contatto con polli e altri uccelli allevati in casa.

In una nota, riportata da alcuni organi di stampa internazionali, la Commissione sanitaria cinese ha fatto sapere che nessun contatto stretto è stato infettato dal virus e che il rischio di una diffusione tra le persone è comunque basso. Prima di questo caso, la variante H3N8 era stata rilevata solo tra i cavalli, i cani, gli uccelli e le foche.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Spagna, “spiati oltre 60 politici indipendentisti”: caos sul governo. Podemos vuole spiegazioni, Sànchez promette commissione d’inchiesta

next
Articolo Successivo

Guerra in Ucraina, quasi 500mila profughi in Moldavia. Intersos: “Donne e bambini spaventati, molti hanno problemi fisici legati alla forte ansia”

next