A seguito di una sentenza della giudice federale della Florida, Kathryn Kimball Mizelle, l’amministrazione Biden ha sospeso l’obbligo di indossare la mascherina anti-Covid sui trasporti pubblici, treni e aerei. Mizelle, nominata nel 2020 da Donald Trump, ha definito “arbitraria e capricciosa” la scelta del Centers for Disease Control and Prevention di prorogare l’obbligo sui mezzi di trasporto fino al 3 maggio.

Ieri sera, 18 aprile, la Transportation Security Administration ha diffuso un comunicato per revocare la disposizione, dando modo alle compagnie di adeguarsi. In conformità con la decisione della Tsa, l’American Airlines non richiederà più di indossare il dispositivo di protezione individuale negli aeroporti americani e sui voli nazionali.

In un comunicato, American Airlines afferma che “nel mantenere l’impegno a creare un ambiente accogliente per tutti, passeggeri e dipendenti possono continuare a scegliere di indossare la mascherina“. Da parte sua, Southwest Airlines incoraggia ad “adottare la decisione migliore per il proprio benessere”. Anche le compagnie minori come JetBlue, Alaska Airlines, Spirit Airlines, Frontier Airlines, Hawaiian Airlines e Allegiant Airlines hanno annunciato che le mascherine non saranno più obbligatorie.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Joe Biden ha annunciato a Barack Obama che si ricandiderà alle presidenziali Usa del 2024”

next
Articolo Successivo

Cisgiordania, scontri tra manifestanti palestinesi ed esercito israeliano a Burqa

next