“L’Italia ripudia la guerra sono le prime parole dell’articolo 11 della Costituzione e la parola pace è quella che deve prevalere in questo momento. Noi pensiamo che oggi questa guerra terribile in Ucraina stia peggiorando di giorno in giorno e ci ritroviamo nelle parole che ha detto il Papa: si tratta di ‘passi'”. Così il presidente nazionale dell’Anpi, Gianfranco Pagliarulo, a margine della conferenza stampa, alla sede dell’associazione, per presentare il 25 aprile a Milano. “Dobbiamo evitare che l’Europa e il mondo arrivino in un punto di non ritorno e quindi bisogna far finire il conflitto attraverso la diplomazia e un ritorno alla politica, non alle armi. Per questo abbiamo detto di non condividere l’invio delle armi in Ucraina, subendo vere e proprie diffamazioni come quella di essere definito putinano. Noi continueremo lungo la strada della massima apertura con quelli che condividono, come noi, la prospettiva della pace”, ha concluso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Putin: “Adesso l’Europa non ha possibilità di sostituire il gas russo”. Ma lavora al piano B: “Orientare l’export verso l’Asia”

next
Articolo Successivo

Base militare nella riserva naturale di Pisa, il segretario del Pd locale: “Abbiamo saputo del progetto solo dopo la firma del decreto”

next