Il governo va sotto due volte a Palazzo Madama sul decreto per la proroga dello stato di emergenza e sul green pass: sono stati approvati due emendamenti in Aula al Senato nonostante il parere contrario dell’esecutivo. Si tratta dell’emendamento sulla possibilità di viaggiare dalle Isole senza avere il Green pass e di quello sulla possibilità di fare le festepopolari e manifestazioni culturali all’aperto, anche con modalità itinerante e in forma dinamica, riconosciute di notevole interesse culturale”.

Il decreto per la proroga dello stato di emergenza nazionale, per il contenimento della diffusione dell’epidemia e sul green pass è stato poi approvato dall’Aula del Senato poco dopo le ore 22: 139 voti favorevoli, 16 contrari e 2 astenuti . Il provvedimento, che deve essere approvato definitivamente entro il 22 febbraio, passa ora alla Camera. L’esame era cominciato già questa mattina, ma è durato l’intera giornata per via di un corposo numero di emendamenti e una pregiudiziale, bocciata dall’Aula.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sicilia, il Pd guarda a Forza Italia: incontro tra il segretario regionale e Micciché. “Ragionare se ci sono compatibilità”. Muro dei 5 stelle

next
Articolo Successivo

Da Napoli a Torino e Reggio Emilia, si spengono le luci su monumenti e piazze contro il caro bollette. Manfredi: “Governo ci sostenga”

next