Matteo Berrettini non ce l’ha fatta. Il numero uno azzurro in semifinale agli Australian Open, primo Slam della stagione, contro Rafa Nadal esce sconfitto con onore in quattro set con il punteggio di 6-3, 6-2, 3-6, 6-3. Sarà lo spagnolo a giocare la finale. Il tennista romano, numero 7 del ranking Atp e del seeding, che dopo questo Slam salirà al sesto posto, primo azzurro di sempre in semifinale nel Major australiano, non è riuscito ad opporsi al mancino di Manacor, sesta testa di serie, vincitore di questo torneo nel 2009 (sconfitto nelle sfide per il titolo invece nel 2012, 2014, 2017 e 2019), cedendo in quattro set in due ore e 55 minuti di partita nella Rod Laver Arena di Melbourne.

Nei primi due set, Nadal è un martello. Letteralmente ingiocabile e capace di neutralizzare il servizio e il dritto del tennista romano. C’è partita solo nel terzo e quarto set, complice la capacità di Berrettini di iniziare a fare punti con la seconda di servizio e un calo fisico dello spagnolo, che inizia quasi a gestirsi. L’azzurro ne approfitta, vince 23 punti di fila sul suo servizio e allunga il match. Che potrebbe addirittura svoltare all’inizio del quarto set, quando Berrettini va 0-30 nel primo game con Nadal in battuta. Un paio di errori permettono allo spagnolo di raddrizzarlo e quindi giocare sornione: quasi fermo sui primi tre turni di battuta del romano, l’ex numero 1 al mondo strappa il break sul quarto e da quel momento riprende il controllo del match guadagnandosi la finale.

“Berrettini? È arrivato in finale a Wimbledon, in semifinale qui, è giovane, ogni anno migliora, è un giocatore con un grande carisma, un bravo ragazzo. Gli auguro il meglio e penso che abbia uno splendido futuro davanti a se”, ha detto Nadal dopo la vittoria. Per il romano è stata la terza semifinale di uno Slam in carriera, dopo Us Open 2019 e Wimbledon 2021, mentre Nadal cercherà ora di conquistare il titolo vinto per l’ultima volta nel 2019 e aspetterà il vincente dell’altra semifinale in programma tra Stefanos Tsitsipas e Daniil Medvedev.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Australian Open, Jannik Sinner perde ai quarti di finale in tre set contro il greco Tsitsipas

next