Se il Parlamento dovesse eleggere Maria Elisabetta Alberti Casellati al Quirinale, la conseguenza sarebbe una “rottura” della maggioranza che sostiene il governo Draghi. Lo ha affermato il deputato del Partito democratico, Emanuele Fiano, al termine della terza votazione per eleggere il presidente della Repubblica, secondo cui “non ci sarebbe più la maggioranza delle forze politiche che appoggiano l’esecutivo. I nostri candidati? Al momento non facciamo nomi, serve un dialogo tra tutte le parti. Sono necessari nomi condivisi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quirinale, il Foglio: “Salvini a casa di Sabino Cassese”, il giurista che paragonò Conte a Orbán. La Lega smentisce: “Nessun incontro”

next