Romano Prodi tra i nomi “di palazzo”, Pierluigi Bersani tra gli “outsider”. Sono le scelte dei lettori del Fatto nel sondaggio sui candidati alla presidenza della Repubblica che abbiamo lanciato il 17 gennaio scorso sul nostro sito: un “toto-Quirinale” senza alcuna presunzione di valore scientifico, ma che – speravamo – avrebbe potuto esprimere un orientamento inedito. Così è stato: in cinque giornate di “urne aperte” si sono espresse in totale quasi 30mila persone (29.949), un campione di tutto rispetto. In 22.605 hanno risposto al primo sondaggio, che proponeva 15 opzioni di nomi che circolano nel “palazzo”, rispondenti alle più diverse logiche politiche, alle ambizioni personali, ai tentativi di sgambetto: ipotesi, molte di queste, del tutto sradicate da un consenso popolare e riferibili solo a interessi circoscritti. Tant’è vero che 28.796 persone, oltre seimila in più, si sono espresse nel secondo sondaggio, che comprendeva 14 personalità senza sostegni dall’alto, gli “outsider” della società civile.

Ecco i risultati completi:

PRIMO SONDAGGIO – NOMI DI “PALAZZO”

Romano Prodi – 25,60% (5.788 voti)

Sergio Mattarella – 14,03% (3.172 voti)

Anna Finocchiaro – 10,77% (2.435 voti)

Paola Severino – 9,56% (2.161 voti)

Mario Draghi – 8,88% (2.007 voti)

Elisabetta Belloni – 6,22% (1.405 voti)

Marta Cartabia – 5,62% (1.271 voti)

Luciano Violante – 5,57% (1.260 voti)

Silvio Berlusconi – 4,80% (1.084 voti)

Pierferdinando Casini – 2,80% (634 voti)

Giuliano Amato – 1,54% (349 voti)

Franco Frattini – 1,51% (342 voti)

Elisabetta Casellati – 1,26% (284 voti)

Marcello Pera – 1,00% (226 voti)

Letizia Moratti – 0,83% (187 voti)

7.344 utenti hanno saltato questa domanda

SECONDO SONDAGGIO – “OUTSIDER”

Pierluigi Bersani – 21,83% (6.285 voti)

Rosi Bindi – 15,18% (4.371 voti)

Gustavo Zagrebelsky – 14,85% (4.275 voti)

Piercamillo Davigo – 8,67% (2.498 voti)

Liliana Segre – 6,70% (1.930 voti)

Nicola Gratteri – 6,49% (1.870 voti)

Lorenza Carlassare – 5,45% (1.568 voti)

Corrado Augias – 5,16% (1.486 voti)

Nino Di Matteo – 4,22% (1.214 voti)

Gian Carlo Caselli – 3,93% (1.132 voti)

Paolo Maddalena – 3,26% (938 voti)

Fabiola Gianotti – 2,25% (649 voti)

Giorgio Parisi – 1,25% (360 voti)

Sandra Bonsanti – 0,76% (220 voti)

1.153 utenti hanno saltato questa domanda

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

C'era una volta la Sinistra

di Antonio Padellaro e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

“Riccardo Fraccaro ha incontrato Salvini e promesso voti per Tremonti al Colle”. Procedimento disciplinare per il deputato M5s

next