Il gruppo statunitense Microsoft ha acquistato la società di videogiochi Activision Blizzard pagando 68,7 miliardi di dollari (61 miliardi di euro). Microsoft pagherà 95 dollari per ogni azione Activision che fino a ieri veniva scambiata sul mercato a 65 dollari. Un premio del 45% contro una media del 24% che sinora ha interessato il settore dei videogames. Dopo l’annuncio i titoli Activision sono schizzati al rialzo con un guadagno di oltre il 25%. L’operazione è tutta in contanti ed è stata approvata dai consigli di amministrazione delle due società. A fine settembre Microsoft disponeva di risorse liquide per 131 miliardi di dollari.

Per Microsoft, arrivata nei mesi scorsi a valere in borsa quasi 3mila miliardi di dollari, si tratta della più grande acquisizione dalla nascita della società, nel 1975. L’operazione è anche la più grande dall’inizio della pandemia. Il gruppo diventa il terzo produttore al mondo di videogiochi dopo la cinese Tencent e la giapponese Sony. “L’acquisizione accelererà la crescita di Microsoft nei giochi” e sarà uno dei componenti del metaverso, afferma Microsoft in una nota. “I giochi sono la categoria più dinamica nell’intrattenimento su tutte le piattaforme e avranno un ruolo chiave nello sviluppo del metaverso”, afferma l’amministratore delegato di Microsoft, Satya Nadella. L’acquisizione include marchi icona come Warcraft, Diablo, Overwatch, Call of Duty e Candy Crush. Dal 2001 Micorsoft produce e vende la consolle per videogiochi Xbox.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Generali, in cda volano gli stracci. Dopo Caltgirone e Bardin, rappresentante di Del Vecchio, se ne va anche Pucci di Crt

next
Articolo Successivo

Napoli, guerra in Confindustria per i soldi del Pnrr. Espulso Francesco Tavassi, “pestava i piedi” alla moglie di Antonio D’Amato

next