“Credo che mandare Berlusconi al Quirinale sia un’operazione più che altro impossibile, perché non mi pare che ci siano i voti a sufficienza per un’operazione simile. E poi questo signore ha 85 anni, ha l’età dei datteri, che non sono pochissimi, arriverebbe a fine mandato a 92 anni”. A dirlo è stato Vittorio Feltri, direttore di Libero, ospite di Massimo Giletti a Rtl 102.5. “Sono convinto che invece andrà Draghi al Colle perché non è vero che si debbano sciogliere le Camere in questa eventualità, perché toccherebbe comunque a Draghi indicare il nuovo capo del governo, sceglierebbe presumo una persona che gli garantisca continuità alla politica di Palazzo Chigi che è stata attuata finora. Tra Prodi e Berlusconi non c’è differenza. Perché Prodi può andar bene e Berlusconi no?”, ha concluso Feltri.

Audio Rtl 102.5

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quirinale, quella di Conte è una tattica suicida: dia tre buoni nomi e convinca i fuoriusciti

next
Articolo Successivo

David Sassoli, la diretta dei funerali di Stato con Mattarella e von der Leyen

next