L’obbligo di vaccino sopra i 50 anni ha l’obiettivo di “ridurre l’area dei non vaccinati che sono particolarmente esposti a malattia grave e ospedalizzazione. Quel 10% di non vaccinati comporta i due terzi degli ingressi in terapia intensiva e il 50% in area medica. Ridurre l’area dei non vaccinati significa abbassare la pressione sugli ospedali, salvare vite umane e consentire al Paese di ripartire dal punto di vista economico e sociale”. Lo ha spiegato il ministro della Salute, Roberto Speranza, al Question time alla Camera, rispondendo proprio in merito alla misura del governo relativa all’obbligatorietà del vaccino per gli over 50.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caro bollette e imprese in difficoltà, decreto rinviato (e c’è solo 1 miliardo). M5s e Lega in pressing. Conte: “Subito ristori massicci”. Giorgetti: “Tassare gli extra profitti”

next
Articolo Successivo

Legge sulle lobby, bene il primo sì ma è un compromesso al ribasso. Ora il Senato la migliori

next