Nelle ultime 24 ore i posti letto occupati in terapia intensiva da pazienti Covid-19 sono cresciuti in dieci Regioni. Lo ha rilevato il monitoraggio Agenas, l’Agenzia nazionale per i Servizi sanitari regionali, nel monitoraggio quotidiano. Sulla base dei dati comunicati dalle amministrazioni regionali il 5 gennaio, la pressione è cresciuta in Veneto, Lazio, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Valle d’Aosta, Sicilia, Umbria, Campania e Puglia.

Tutte, ad eccezione delle ultime due, hanno un’occupazione maggiore del 10 per cento, con il Veneto che raggiunge il 20 e il Lazio ormai a un passo da quel limite (è al 19). Il tasso è stabile, ma oltre la soglia del 10%, in Abruzzo (13%), Calabria (15%), Liguria (21%), Lombardia (15%) Marche (21%), Provincia autonoma di Trento (24%), Piemonte (19%), Toscana (15%). In calo nella Provincia autonoma di Bolzano (18%).

A livello nazionale i tassi di occupazione restano stabili al 15 per cento. Per quanto riguarda i ricoverati con sintomi in area medica, la media nazionale sale al 21 per cento e, in 24 ore, cresce in 13 Regioni: la Calabria è al 33%, la Liguria al 32%, e si registrano aumenti anche in Abruzzo (17%), Lombardia (23%), Marche (24%), Molise (13%), Piemonte (25%), Puglia (13%), Sardegna (11%), Sicilia (25%), Toscana (17%), Umbria (28%), Veneto (21%). Stabili, ma comunque oltre la soglia del 15% ci sono Basilicata (20%), Campania (19%), Emilia Romagna (18%), Friuli Venezia Giulia (24%), Lazio (20%), Trento (19%). Il tasso è in calo in Alto Adige (16%) e Valle d’Aosta, che però col 45% resta l’area con la situazione più critica.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’immunologa Viola sotto scorta: minacciata dai no vax con una lettera e un proiettile. “Deve cambiare le sue interviste sul vaccino ai bimbi”

next
Articolo Successivo

Vaccino Covid, ecco chi può ottenere l’esenzione: le (poche) controindicazioni del Ministero. Ma ogni caso va approfondito

next