Bagarre durante l’assemblea dell’Ordine dei medici a Roma: una cinquantina di sanitari ha protestato durante l’incontro, che si stava svolgendo all’hotel Villa Palace nella Capitale, contro l’obbligatorietà del vaccino e la sospensione dei sanitari non vaccinati, che viene fatta su segnalazione delle Asl. Sono volati insulti e qualche spintone. I no vax hanno urlato ‘vergogna’ e ‘mafiosi’. Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri, per ristabilire l’ordine. L’assemblea, inizialmente riunita per discutere dell’approvazione del bilancio, è stata rinviata.

“Siamo sempre aperti al dialogo, ma le contrapposizioni vanno evitate. Non so ancora se prenderemo provvedimenti, valuteremo i vari comportamenti”. A parlare è Antonio Magi, presidente dell’Ordine dei medici di Roma. “Mi dispiace aver assistito a queste degenerazioni della categoria”. La solidarietà nei confronti di Magi è arrivata dal ministro Roberto Speranza, che ha espresso “sostegno e gratitudine per il lavoro quotidiano svolto a tutela del diritto alla salute”. Solidarietà anche dal presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici, Filippo Anelli: “È inaccettabile ciò che è successo, e intollerabile nei tempi e nei modi. Una protesta che ha impedito il regolare svolgimento dell’annuale assemblea dell’Ordine. Fermi restando i risvolti disciplinari e giudiziari di alcuni comportamenti come quelli visti oggi, gli Ordini avvieranno immediatamente la procedura per rilevare i medici non vaccinati. Le sospensioni, con questa nuova norma che riporta in capo agli Ordini le responsabilità, arriveranno in pochi giorni”.

Video Facebook/Ernesta Adele Marando

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, il governo a Regioni e Comuni: “Elevata velocità di trasmissione del virus, rafforzare le misure di assistenza in territorio e ospedali”

next
Articolo Successivo

“Governo nazista”, scritte no vax e atti vandalici a un hub vaccinale di Bologna. Lepore: “Non accettiamo intimidazioni”

next