Una violenta esplosione, un boato fortissimo che si è sentito in tutto il paese e ha dato subito la dimensione di una tragedia. Il disastro, che ha coinvolto 5 edifici, è avvenuto a Ravanusa, un comune di appena 10mila abitanti. Sul posto le forze dell’ordine, le squadre di soccorso e il 118. La zona dell’esplosione sembra uno scenario di guerra: macerie, vetri rotti e detriti ovunque. Il disastro probabilmente causato da una grossa fuga di gas dalla tubatura del metanodotto. Una delle superstiti ha riferito: “Nessun odore di gas nei giorni scorsi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Papa Francesco, il ritorno a Roma: “Il dramma dei migranti rischia di far naufragare la nostra civiltà. L’Europa collabori nella distribuzione”

next