Vladimir Putin ha di nuovo messo gli occhi sull’Ucraina e adesso sta pensando a una nuova offensiva militare per conquistare altro terreno, dopo il Donbass e la Crimea. È quanto sostiene il New York Times, secondo cui le intelligence americana e britannica sono sempre più convinte che il presidente russo sia pronto a un nuovo blitz per destabilizzare ulteriormente il Paese e promuovere l’ascesa di un governo filo-Mosca. Un progetto che, se confermato, andrebbe a far parte del più ampio piano di controllo e influenza russa lungo il confine orientale dell’Unione europea, dove lo stretto alleato bielorusso sta mettendo pressione a Polonia, Lituania e Lettonia sulla pelle dei migranti e con i Baltici sempre in allerta per possibili offensive di Mosca.

I servizi segreti di Washington, riporta il quotidiano americano, stanno mettendo in guardia gli alleati spiegando che c’è solo una stretta finestra temporale per prevenire un’azione del genere, spingendo così i Paesi europei a lavorare con gli Usa per sviluppare un pacchetto di sanzioni economiche e di misure militari per frenare il Cremlino.

La strategia ipotizzata dagli agenti americani ed europei è legata, sostiene il Nyt, alla convinzione che Putin sia sempre più frustrato dal processo di pace concordato con Francia e Germania dopo l’annessione della Crimea e il sostegno alla rivolta separatista nel Donbass. E che il capo del Cremlino, che continua ad ammassare truppe al confine con il Paese vicino, potrebbe essere intenzionato ad assicurarsi una via di terra tra l’Ucraina orientale e la Crimea. E i prossimi mesi sarebbero, sostengono, un momento unico per agire, approfittando dell’uscita di scena di Angela Merkel e dei crescenti prezzi dell’energia che potrebbero limitare il supporto dell’Europa – dipendente in gran parte dalle forniture russe – a sanzioni dure.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vienna, proteste contro il lockdown e l’obbligo vaccinale. Sfilano in migliaia al corteo organizzato dall’estrema destra

next
Articolo Successivo

Somalia, kamikaze di al-Shabaab uccide il direttore di Radio Mogadiscio Abdiaziz Afrika: “Rappresaglia”

next