ReiThera, azienda laziale di biotech, ha ricevuto 1,4 milioni di euro dalla Bill & Melinda Gates Foundation come finanziamento per lo sviluppo di vaccini anti Covid di seconda generazione, efficaci contro le varianti del virus sinora individuate. “Siamo entusiasti – ha dichiarato in una nota Stefano Colloca, co-fondatore di ReiThera – che la Bill & Melinda Gates Foundation abbia deciso di investire nella tecnologia di ReiThera. Il progetto ci permetterà di accedere alla loro rete di collaboratori scientifici di grande esperienza sfruttando il potenziale della nostra nuova tecnologia del vettore GRAd per lo sviluppo di vaccini necessari sia per le nuove varianti di Covid-19 che per l’Hiv, i quali potrebbero avere un impatto molto positivo sulla vita delle persone nei Paesi a basso e medio reddito”.

ReiThera ha già sviluppato un candidato vaccino contro Covid19 arrivato alla fase 2 . Il vaccino è basato sulla stessa tecnologia utilizzata da AstraZeneca e Johnson & Johnson a cui però è stata sinora preferita quella mRna usata da Pfizer e Moderna. Il finanziamento da parte della Fondazione Gates è importante soprattutto nell’ottica di un risveglio dell’interesse per la società da parte del ministero dello Sviluppo economico, da cui ReiThera attende ancora una risposta sugli 80 milioni di euro di possibili finanziamenti. Da soli gli 1,4 milioni di euro ricevuti oggi non sono sufficienti per passare alle fase 3. La scorsa primavera Corte dei Conti aveva stoppato i finanziamenti pubblici per la società laziale non ritenendoli conformi agli interessi pubblici.Il finanziamento a ReiThera si confronta con le cifre ben più consistenti ricevute da altre biotech. Valga l’esempio della tedesca BioNtech, dove è stato sviluppato il vaccino commercializzato da Pfizer, che ha ricevuto oltre 400 milioni di euro solo dal governo tedesco.

La Bill & Melinda Gates Foudation è uno di primi finanziatori privati di Covax, il programma coordinato dall’Onu incaricato di assicurare la copertura vaccinale nei paesi a basso reddito. Per l’ immunizzazione contro il Covid la Fondazione ha versato 150 milioni di dollari che portano ad oltre 4 miliardi di dollari (3,4 miliardi di euro) i fondi donati a Gavi, struttura che gestisce anche il programma Covax.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cashback, non è finita: il M5s dà battaglia in Senato per salvarlo. E lancia nuova proposta: “Accredito immediato delle spese detraibili”

next
Articolo Successivo

Lotteria degli Scontrini, il governo valuta di renderla istantanea: “Deve diventare più attrattiva per esercenti e clienti”

next