Con quasi mille contagi in più rispetto a lunedì scorso e 106 persone in più ricoverate in area medica, l’inizio della settimana conferma che la decrescita dei positivi e degli ospedalizzati si è ormai fermata. Anzi, è possibile che sia in corso un’inversione di tendenza. Il bollettino del ministero della Salute comunica 2.535 nuovi casi di positività al coronavirus registrati lunedì 25 ottobre, frutto di 222.385 tamponi processati nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività torna a salire all’1,1%. I pazienti Covid in area medica salgono a 2.579 in totale (+106 rispetto a domenica). Continua invece a calare il numero dei ricoveri in terapia intensiva: 16 ingressi nelle ultime 24 ore, con un saldo che registra -3 posti letto occupati, 338 in totale. Anche il numero dei decessi tende ancora a diminuire: oggi 30 morti, rispetto ai 42 di lunedì scorso.

La settimana che si è appena conclusa ha visto per la prima volta da mesi un aumento dei nuovi casi rispetto alla precedente. L’inversione del trend però potrebbe essere imputabile solo alla corsa al testing, dovuta all’introduzione del Green pass sui luoghi di lavoro. Il confronto tra questi lunedì e quello del 18 ottobre invece è consentito dal fatto che sono stati processati praticamente lo stesso numero di tamponi (222.385 vs 219.878). Una settimana fa i casi erano 1.597, ora sono 2.535: un incremento superiore al 60%.

Se esista una ripresa della circolazione virale lo capiremo nei prossimi giorni, ma per il momento la crescita dei contagi sta trascinando anche la risalita delle ospedalizzazioni. Sempre nell’ultima settimana, nel saldo tra ingressi-uscite nei reparti di area medica si è registrato un +87. La settimana precedente, quella dall’11 al 17 ottobre, segnava ancora un -265. E questo trend sembra a sua volta essere confermato dai dati odierni: +106 ricoveri, contro il +42 di sette giorni fa. Consola invece il dato dei nuovi ingressi in terapia intensiva: lunedì scorso furono 26, oggi sono appena 16.

Gli attualmente positivi al Covid in Italia sono 74.654, secondo i dati del ministero della Salute, quindi appena 121 in meno nelle ultime 24 ore. Dall’inizio della pandemia i casi sono 4.743.720, i morti 131.856. I dimessi e i guariti sono invece 4.537.210, con un incremento di 2.626 rispetto a domenica.

La Sicilia è la Regione che registra il maggior numero di contagi giornalieri: 443 nelle ultime 24 ore. Numeri alti anche nel Lazio, con 386 nuovi casi, e in Emilia-Romagna (362 positivi oggi). Seguono la Campania con 253 nuovi contagi, il Veneto con 220 e la Toscana con 211. La Lombardia invece comunica oggi solamente 119 casi. Sopra quota 100 anche la Calabria (106) e il Piemonte (105), mentre la Puglia si ferma a 83 nuovi positivi nelle ultime 24 ore.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maltempo a Catania, voragini lungo le strade e fiumi di fango: i danni nelle campagne di Scordia – Video

next
Articolo Successivo

Criminalità, Milano è il peggior capoluogo d’Italia: allerta per risse, stupri e traffico di droga. Picco anche dei reati informatici

next