Il green pass dovrebbe essere dato solo ai vaccinati, lo dico da tempo. Mi rendo conto che ci vuole un periodo di transizione, ma ci arriveremo. Questa pandemia durerà mesi se non anni. Non è pensabile fare due tamponi a settimana in presenza di un vaccino sicuro, protettivo, immunogeno che lo Stato dà gratuitamente”. Sono le parole Walter Ricciardi, consigliere del ministero della Salute, intervenuto nella trasmissione “L’aria che tira” (La7).

Ricciardi si sofferma anche sul vaccino monodose Johnson & Johnson: “Il richiamo va fatto dopo due mesi dalla dose ricevuta. Questa è un’evidenza scientifica degli ultimi giorni. La dose di richiamo sarà fatta con Pfizer o con Moderna, ma soprattutto con Pfizer, anche perché l’eterologa funziona anche meglio dell’omologa. Dopo sei mesi dalla seconda dose, invece, va fatto il richiamo per chi è stato immunizzato coi vaccini mRna. Lo stiamo facendo attualmente soprattutto con Pfizer. È presumibile che la terza dose protegga almeno per sei mesi, ma dovremo verificarlo. Io prevedo che faremo ogni anno un richiamo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La7, botta e risposta tra Sallusti e Travaglio. “Conte, come Draghi, si è dato i pieni poteri”. “Non è mai esistito un decreto del genere”

next
Articolo Successivo

Sala a La7: “Grillo? Da lui ho imparato alcune cose, delle questioni che affronta possono essere centrali”

next