“Sì, ho subito abusi sessuali da bambino, quando avevo 13 anni. Sinora avevo deciso di non dire nulla”. È una delle rivelazioni contenute nell’autobiografia “I love this game” di Patrice Evra, in uscita in questi giorni in Inghilterra, edito da Simon & Schuster. Ne parla lui stesso in un’intervista al Times di Londra, che ha pubblicato una parte del libro: “Sono stato abusato sessualmente da un insegnante. Mi aveva offerto di restare a dormire a casa sua invece di fare il pendolare ogni giorno tra scuola e casa in Francia, d’accordo con i miei genitori”.

L’ex calciatore della Juventus ha rivelato di non averlo mai confessato a nessuno. Ha cambiato idea solo di recente, per dare coraggio a chi si è trovato nella sua stessa situazione e “far sì che altri bambini vittime denuncino gli abusi che subiscono” Neanche sua madre sapeva dell’accaduto. “Devo ancora confessarlo ai miei fratelli e sorelle e a molti amici”, ha detto il calciatore, ricordando che, all’epoca dei fatti, aveva scelto di non denunciare per concentrarsi sul calcio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ciclismo, rubate le bici alla squadra olimpica medaglia d’oro: furto da centinaia di migliaia di euro

next