Decine di migliaia di manifestanti si sono riversati sulle strade di Varsavia per dimostrare e difendere l’appartenenza della Polonia all’Unione europea, dopo la sentenza della Corte costituzionale polacca che ha messo in discussione il primato del diritto europeo su quelli nazionali e la stessa adesione della Polonia in Europa. Le proteste nella capitale polacca sono nate dallo scontento che deriva dalla sentenza che fa vacillare l’adesione della Polonia all’Europa. Le iniziative a sostegno dell’Ue si sono svolte fra sabato e domenica in 120 località del Paese: i manifestanti hanno sventolato bandiere dell’Unione europea e bandiere polacche.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Certo che di fifa verso i ‘Saraceni’ nel nostro Paese ce ne deve essere stata tanta!

next
Articolo Successivo

Alexander Schallenberg è il nuovo cancelliere dell’Austria: il giuramento davanti al Presidente della Repubblica

next