Un tappeto di colori ha invaso la Piazzetta Reale di Milano, di fianco al Duomo. Almeno 5mila coperte fatte a maglie o all’uncinetto sono state stese a terra per la mega installazione del progetto Viva Vittoria, per combattere la violenza contro le donne, che, dopo aver fatto tappa a Roma, davanti a Castel Sant’Angelo a fine settembre, è arrivato nel capoluogo lombardo.

Iniziata a Brescia nel 2015, si tratta a tutti gli effetti di un’opera di design creata con l’obiettivo di contrastare la violenza di genere e per sostenere il reinserimento in società delle donne che hanno subito violenza. L’opera è composta da migliaia di quadrati di maglia a ferri o uncinetto cucini insieme con un filo rosso, simbolo dell’unione fra le donne, fino a formare migliaia di coperte.

L’iniziativa milanese ha avuto il sostegno del sindaco Beppe Sala e ha visto la partecipazione di Alessandra Kustermann, ginecologa primario della clinica Mangiagalli dove ha creato il centro Soccorso Violenza Sessuale e Domestica.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Spagna, “fare video a donne che urinano e pubblicarli su siti porno non è reato”: proteste per la sentenza. Montero: “È violenza sessuale”

next
Articolo Successivo

Campobello di Mazara, la Regione aveva dato l’ok ai fondi per mettere in sicurezza la tendopoli. Ma la burocrazia li ha stoppati

next