Sul palco del comizio di Matteo Salvini a Tor Bella Monaca a Roma a sostegno del candidato di centrodestra Michetti, è salito anche l’ex sottosegretario leghista Claudio Durigon, protagonista nei mesi scorsi di un fuorionda diffuso da Fanpage in cui, a proposito dei 49 milioni, sosteneva che “il generale che indaga lo abbiamo messo noi”. E poi, ad agosto, di nuovo al centro delle cronache per la proposta (sempre durante un comizio con Salvini) di intitolare il parco Falcone-Borsellino di Latina al fratello di Mussolini. Polemica che dopo la petizione lanciata dal Fatto Quotidiano, che ha raccolto oltre 162mila firme, e dopo le prese di distanza di una parte della Lega, lo ha portato alle dimissioni dal governo. Durigon non solo è apparso sul palco accanto a Michetti e Salvini ma ha anche gestito l’organizzazione dell’evento. Non un grande successo a dire la verità, vista la scarsa partecipazione in piazza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il comizio no green pass della vicequestora di Roma in piazza San Giovanni: avviata azione disciplinare. Lamorgese: “Parole gravissime”

next
Articolo Successivo

Calenda e Salvini, l’incrocio “ad alta tensione” a Porta Portese: “Il ragazzetto faceva lo spiritoso…”. La replica: “Provava ad attaccar briga” – video

next