La Polizia di Torino ha eseguito 4 perquisizioni nei confronti di un uomo di 57 anni, addetto ad attività di vigilanza privata (già esponente del Fronte Nazionale e di Casapound); oltre a due operai di 37 e 46 anni, e di un pensionato di 62 anni, tutti residenti nella provincia di Torino e indagati per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa.

Durante le perquisizioni sono stati sequestrati diversi supporti elettronici, numerosi gadget con simbologie nazi-fasciste nonché un machete una carabina ad aria compressa (con potenza superiore a 7,5 joule e pertanto classificata arma comune da sparo). Durante la verifica informatica di un computer è stato rinvenuto anche materiale pedopornografico.

I quattro soggetti perquisiti sono anche protagonisti di chat telegram e whatsapp in cui sono stati diffusi immagini e simboli di chiara matrice nazionalsocialista e antisemita con espressioni di esaltazione di quell’ideologia, di odio nei confronti degli immigrati e profonda ostilità nei confronti di partiti e movimenti di opposta ideologia. Nelle chat sono state anche esaltate alcune gravi azioni violente poste in essere nei confronti di stranieri come quella perpetrata a Macerata nel febbraio 2018 da Luca Traini e a Marsala nell’autunno del 2020 “hai sentito a Marsala?… bravi ragazzi… che dire… onore a voi…Liberi subito!”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, ladri rubano tetto in rame di un asilo in zona Forlanini: 122 bambini rimasti a casa

next
Articolo Successivo

Milano, filobus si scontra con un’auto in zona Fiera: 14 feriti, nessuno è grave

next