La domanda numero 56 è errata e sarà annullata. E’ questo il risultato dell’istruttoria ordinata sul test d’ingresso a medicina dello scorso 3 settembre. Formulazioni ambigue e risposte non chiare avevano scatenato proteste e migliaia di segnalazioni da parte degli studenti di tutta Italia. Ora finalmente dal Ministero dell’Università della ricerca è arrivato un provvedimento per risolvere la situazione. Gli altri quesiti finiti al vaglio del Miur – in tutto ne erano stati additati 6 – rimangono però tutt’ora validi.

Lo aveva annunciato la ministra Messa negli scorsi giorni e ora lo ribadisce un comunicato ufficiale: “A causa della mancanza, nella stampa, di un segno grafico rilevante” una domanda (la numero 56) verrà “neutralizzata“. Poi per non penalizzare gli studenti e non complicare il calcolo sarà attribuito il punteggio di 1.50 a tutti i partecipanti al test – si legge – “indipendentemente dal fatto di avere o non avere fornito alcuna risposta“. Cioè per tutte le 63mila aspiranti matricole di Medicina e Chirurgia che hanno sostenuto l’ammissione per il 2021.

Arriva qualche chiarimento anche sulla dubbia correzione del test pubblicata sul sito ufficiale accessoprogrammato.miur.it lo scorso venerdì: per le domande 2, 21 e 23, diversamente da quanto indicato, la risposta corretta non era la “A” ma, rispettivamente, la “E”, la ”E” e la “D’’. Ora è disponibile sulla pagina il documento rivisto e aggiornato. Agli studenti non resta quindi che aspettare il 17 settembre per conoscere l’esito della prova.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Perché la foto della professoressa in abito da sposa non è un’immagine da cartolina

next
Articolo Successivo

Giulia, solo dicendoti la verità imparerai a gestire il dolore

next