Quasi 2 su 3 sono a favore dell’obbligo vaccinale. Emerge da un sondaggio di Swg per il TgLa7 dal quale si scopre che un’ampia maggioranza favorevole si trova non solo tra gli elettori del Pd (82 per cento) ma anche nell’elettorato della Lega (il sì all’obbligo è al 70) e del Movimento Cinque Stelle (58). Vincono i sì anche nella base autodichiarata dei Fratelli d’Italia, anche se di poco sotto al 50 per cento: a favore si dichiara il 48 per cento, contrario il 34 (con una bella fetta di “non saprei”). In generale i contrari all’obbligo vaccinale su tutto il campione raggiunge il 23 per cento, un po’ più di uno su 5 tra gli intervistati.

Tra gli altri quesiti posti da Swg uno riguarda il green pass e il suo uso sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza, tema che torna di attualità ora che il governo discute un’ulteriore estensione. Anche in questo caso – sul green pass sui trasporti pubblici – si registra una larga maggioranza a favore: 3 su 4 tra coloro che hanno risposto al sondaggio. In disaccordo il 22 per cento.

Infine il tema terza dose, quesito posto a chi ha già ricevuto almeno una dose. Il 61 per cento è pronto alla nuova somministrazione precisando ovviamente “se effettivamente necessario”. C’è un 23 per cento che addirittura auspica la terza dose “il prima possibile”. Dall’altra parte il 14 per cento risponde che non vorrebbe sottoporsi a un’ulteriore somministrazione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Reddito di cittadinanza, Fassina: “Meloni dice che è metadone di Stato? Vergognoso. C’è tanta ignoranza e strumentalità in questi attacchi”

next
Articolo Successivo

Amministrative Roma, Michetti: “Candidata no vax e antisemita? Non siamo riusciti a rintracciarla, siamo molto arrabbiati”

next