Stava lavorando nel cantiere dell’autostrada quando è stato travolto da una ruspa in retromarcia. L’ennesimo incidente mortale sul lavoro è successo la sera del 4 agosto a Parma, sull’autostrada A15 Parma-La Spezia. La vittima è un operaio di 53 anni residente in provincia di Reggio Emilia che lavorava per un’azienda edile del modenese.

Secondo le prime ricostruzioni della Polizia stradale, l’uomo è rimasto schiacciato tra il mezzo in retromarcia e una macchina asfaltatrice. Il cantiere in questione è quello adibito per la realizzazione della “Tibre”, l’infrastruttura che collegherà l’A15 con l’autostrada del Brennero. Sul posto anche un pm della Procura di Parma, al lavoro per ulteriore indagini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Contratti a termine, così la maggioranza ha scardinato i paletti del decreto Dignità. E Confindustria festeggia: “Accolta la nostra proposta”

next
Articolo Successivo

Operaia morta alla Bombonette di Camposanto, sciopero per oltre 50 aziende nel Modenese: “Esigiamo risposte per i lavoratori”

next