Bernardo può chiamarmi come vuole, anche Ugo se vuole, ma il punto è che bisogna capire il senso delle istituzioni quando si parla”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha replicato allo sfidante che lo ha definito “ex sindaco”. “Dal mio punto di vista garantisco il totale rispetto e fair play in una campagna elettorale come questa, perché Milano e il nostro Paese hanno bisogno di serenità. Certamente non mi farò tirare dentro in polemiche, non è il caso di fare polemiche”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Letta propone l’alleanza a +Europa per le elezioni del 2023: “Il Pd è interessato a fare questo percorso con voi”

next
Articolo Successivo

De Luca: “Campania in zona gialla? Metà responsabilità è di Speranza e Figliuolo”. E ironizza su accordo Conte-Grillo: “Commosso”

next