Scarpe con i tacchi sotto e mimetica sopra. È bufera per la decisione dell’Ucraina di far sfilare le soldate, per la parata militare del Giorno dell’Indipendenza, con i tacchi al posto degli stivali dell’esercito. Le immagini dell’esercitazione ufficiale, in vista della parata del 24 agosto che segnerà il 30esimo anniversario dell’indipendenza del Paese dopo il crollo dell’Unione Sovietica, pubblicate sui social dal ministero della Difesa, hanno fatto rapidamente il giro dei social, indignando non solo in Ucraina ma anche all’estero. E la vice presidente del Parlamento, Olena Kondratyuk ha chiesto un’indagine sulla vicenda e le scuse pubbliche delle autorità per aver “umiliato” le donne che “difendono l’indipendenza dell’Ucraina con le armi in mano”.

La protesta è arrivata anche in Aula dove alcune deputate hanno portato scarpe coi tacchi, mettendole in bella mostra tra i banchi e invitando sarcasticamente il ministro della Difesa, Andriy Taran, ad andare lui alla parata indossando un paio di scarpe coi tacchi. Kondratyuk ha ricordato il ruolo delle donne nella difesa del Paese: 13.5000 soldate hanno combattuto nella guerra contro i separatisti filorussi che da oltre sette anni sconvolge il Donbass. Addirittura c’è chi ha pensato che lo scatto fosse uno scherzo. Come la deputata dell’opposizione Iryna Gerashchenko, che era convinto si trattasse di una foto ironica. “È difficile immaginare un’idea più idiota e dannosa”, ha detto da parte sua Inna Sovsun, del partito Golos, rimarcando che le soldate ucraine rischiano la vita proprio come i colleghi uomini e “non meritano di essere derise”. E una dura critica per la decisione del ministero è arrivata anche dal Movimento delle Veterane, come ha riportato il Kyiv Post: “Le ragazze servono nell’esercito indossando la stessa uniforme dei ragazzi. Perché devono sopportare lunghi esercizi con i tacchi?”.

Dal canto loro le soldate costrette a marciare con i tacchi non sembrano entusiaste dell’idea. “È leggermente più difficile rispetto agli stivali dell’esercito, ma ci stiamo provando”, ha commentato la cadetta Ivanna Medvid, secondo il sito d’informazione del ministero della Difesa, ArmiaInform.

Le critiche potrebbero aver già smosso qualcosa. Stano al Kyiv Post, la deputata del partito di maggioranza ‘Servo del Popolo’, Maryna Bardyna, ha detto di aver parlato col ministro Taran, il quale le avrebbe assicurato che “ci saranno scarpe differenti durante la parata” del 24 agosto. Ma al momento non c’è ancora una decisione ufficiale.

Intanto lo stesso ministero ha risposto alle critiche, pubblicando in sua difesa alcune immagini di altri eserciti, non bene identificati, con uniformi da parata provviste di tacchi, simili a quelli finiti al centro della bufera.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Omotransfobia, Zan al Napoli Pride: “Approvare la legge, non possiamo finire come l’Ungheria e la Polonia”

next
Articolo Successivo

Bologna, ‘Marcella Di Folco – Attivista trans’, hai scritto la storia. Ancora una volta

next