Marc Marquez torna alla vittoria. Dopo il digiuno durato più di un anno e mezzo e dopo il grave infortunio del luglio 2020, lo spagnolo su Honda trionfa in Germania, sul circuito dove ha vinto per 10 volte – questa è l’undicesima – e dove ha messo a segno 10 pole consecutive in carriera. Dietro di lui Miguel Oliveira, il pilota portoghese su Ktm seguito da Fabio Quartararo su Yamaha. L’italiano Francesco Bagnaia è il primo degli italiani in quinta posizione dietro alla Ktm di Binder e davanti all’australiano Jack Miller e ad Aleix Espargaro, partito in terza posizione. Johann Zarco, poleman di ieri, ha chiuso la sua gara in ottava posizione. Solo 14esimo Valentino Rossi che si consola con il magro obiettivo di essere la seconda Yamaha sul traguardo. Morbidelli e Vinales hanno chiuso infatti rispettivamente 18° e 19°, cioè penultimo e ultimo.

“E’ stato uno dei periodi più importanti e difficili della mia carriera – ha detto Marquez alla fine della gara -, oggi sapevo che era una grande opportunità, non era facile dal punto di vista mentale, ma mi sono detto di provarci. C’erano poche possibilità di vittoria, ma quando ho visto qualche goccia di pioggia ho pensato che poteva essere la mia gara. Ho spinto ancora di più, ho preso dei rischi e nella seconda parte di gara è strato difficile concentrarsi con Oliveira sempre dietro e con tutti i ricordi nella testa. Ce l’abbiamo fatte e ce la faremo ancora”.

“Questo podio è davvero d’oro – dice invece Fabio Quartararo -, abbiamo avuto problemi tutto il weekend e così è stata anche la gara. Ho lottato fino alla fine, ho dato tutto quello che avevo ed è importante per il team. Ora non vedo l’ora di andare ad Assen, una delle mie piste preferite e dove la nostra moto va bene”.

Il francese arriva così a 131 punti in classifica mondiale, allungando sul Johann Zarco su Ducati fermo a 109. Con il quarto posto di oggi, Jack Miller conferma la sua terza posizione, arrivando a 100 punti tondi. Dietro di lui, a una sola lunghezza, c’è ancora una volta Pecco Bagnaia, che con i suoi 99 punti vede ancora aperta la lotta per il secondo posto.

Questo l’ordine d’arrivo del gran premio. Primo Marc Marquez (Honda) 41’07.243, 2° Miguel Oliveira (KTM) +1.610, 3° Fabio Quartararo Yamaha +6.772, 4° Brad Binder (KTM) +7.922, 5° Francesco Bagnaia (Ducati) +8.591, 6° Jack Miller Ducati +9.086, 7° Aleix Espargaro Aprilia +9.371, 8° Johann Zarco (Ducati) +11.439, 9° Joan Mir (Suzuki) +11.625, 10° Pol Espargaro (Honda) +14.769, 11° Alex Rins Suzuki +16.803, 12° Jorge Martin (Ducati) +16.915, 13° Takaaki Nakagami (Honda) +19.217, 14° Valentino Rossi (Yamaha) +22.300, 15° Luca Marini (Ducati) +23.615, 16° Enea Bastianini (Ducati) +23.738, 17° Iker Lecuona (KTM) +23.946, 18° Franco Morbidelli (Yamaha) +24.414, 19° Maverick Vinales (Yamaha) +24.715.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MotoGp, oggi il Gran Premio di Germania al Sachsenring: orari e diretta tv (Sky, Tv8 e Dazn)

next
Articolo Successivo

MotoGP, Valentino Rossi annuncia il ritiro a fine stagione: “È stato un viaggio fantastico, dal 2022 forse correrò con le macchine”

next