Dalla piazza romana di Bocca della Verità, gli elettori della Lega difendono la scelta di Matteo Salvini di stare nel governo Draghi, anche se assieme a Pd, M5S, Lega “è dura”. La coabitazione con i partiti di centrosinistra e con i pentastellati è percepita come una necessita, perché “se non fossimo al governo avremmo già la patrimoniale, lo Ius Soli e la Legge Zan, cose sbagliate che grazie alla Lega non si faranno”.

Tra lo stare al governo del Paese e raccogliere le firme per quattro referendum sulla giustizia, non ci sono contraddizioni per gli elettori di Salvini: “daranno forza alla nostre proposte in consiglio dei Ministri”. Volgendo lo sguardo al prossimo futuro al Quirinale, dopo il settennato del Presidente Mattarella, gli elettori della Lega puntano su tre nomi: Silvio Berlusconi, la Presidente del Senato, Maria Alberti Casellati e Mario Draghi “e poi meglio tornare al voto”. In piazza, solo nelle prime file manca il distanziamento, mentre nelle retrovia, anche grazie ad una presenza di lettori non proprio massiccia, gli elettori mantengono distanze e mascherine. Tra i pochi che ne sono privi tre parlamentari della Lega: Bagnai, Borghi e l’europarlamentare Rinaldi. “Siamo l’unico Paese al mondo “Vedremo se conta di più il parere del CTS e di Speranza o il parere degli scienziati di tutto il mondo Siamo gli unici al mondo ad avere anche la mascherina all’aperto”, sostiene Borghi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Per non far sparire Forza Italia Berlusconi insiste col partito unico di centrodestra: “Da qui al 2023 unirci con Salvini e Meloni”

next
Articolo Successivo

Primarie centrosinistra a Roma e Bologna: dati sull’affluenza scongiurano il flop. Letta: “Grande stimolo e responsabilità”

next