Nuove restrizione dovute al Covid-19 a Mosca. Il sindaco Serghei Sobyanin ha annunciato ulteriori misure per contrastare l’aumento dei contagi nella capitale della Federazione Russa, tra cui la chiusura delle “zone riservate ai tifosi di Euro 2020″. A completare le disposizioni arrivano poi anche il divieto degli eventi con più di mille persone, la chiusura delle sale da ballo e il coprifuoco alle 23 per locali e ristoranti fino alla fine del mese. Per quest’ultimi, il sindaco darà presto il via all’esperimento di alcuni locali accessibili solo a chi si è già sottoposto al vaccino.

La Russia ha infatti registrato nelle ultime 24 ore l’aumento dei casi Covid più alto dal 1° febbraio, con oltre 17mila casi. Le persone decedute sono invece 453, il dato più alto dal 18 marzo. La situazione è particolarmente grave a Mosca che ha registrato un’impennata di più di 9mila nuovi casi e 78 morti in un giorno: un aumento di circa il 30% rispetto al giorno precedente. Secondo un’elaborazione dei dati ufficiali stilata dall’agenzia d’informazione russa, Tass, la quota dei casi registrati a Mosca ha superato oggi il 10% della sua popolazione.

Come riferito dal sindaco Sobyanin, l’incremento sarebbe dovuto alla diffusione di una variante – la Delta – “più aggressiva” che “si diffonde più velocemente”: per l’89,3% dei malati di coronavirus della capitale si tratta appunto di variante “indiana”. Per questo le attività di Mosca hanno reso le vaccinazioni obbligatorie per chi lavora nel settore della vendita al dettaglio, nell’istruzione, in ambito sanitario, nel settore dei trasporti pubblici e ad altri fornitori di servizi. Il sito di Rbk riporta – inoltre – che gli ospedali smetteranno di fornire trattamenti di routine ai pazienti non vaccinati, a meno che non si tratti di cure di emergenza, trattamenti per il cancro o malattie del sangue. Intanto, l’unità di ricerca militare russa coinvolta nello sviluppo dello Sputnik V sta lavorando – riferisce l’agenzia d’informazione – ad un nuovo vaccino contro il coronavirus sotto forma di gomma da masticare e pastiglie.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

G7, dopo lo sforzo propagandistico Usa ho cinque considerazioni da fare

next