Secondo quanto riportato dai colleghi di The Verge, Facebook avrebbe inviato una mail ai creatori di podcast, riguardo alla creazione di una nuova pagina dedicata che dovrebbe esordire il prossimo 22 giugno. L’e-mail dice che gli utenti saranno in grado di ascoltare i podcast direttamente sulle pagine Facebook e anche in una nuova scheda “Podcast”, che non è ancora disponibile.

Come per Apple Podcasts, Spotify e altre piattaforme, chiunque potrà configurare un feed RSS per aggiungere un podcast a Facebook. Una volta approvato il podcast, i nuovi episodi saranno mostrati automaticamente lì.

Aggiungendo i podcast alla propria pagina, gli utenti potranno ascoltare ogni episodio direttamente su Facebook, senza necessità di caricare o collegarsi a nulla. La propria pagina sarà aggiornata con gli ultimi episodi non appena saranno disponibili e ovviamente sarà anche possibile annullare la pubblicazione o rimuovere un podcast in qualsiasi momento.

È interessante notare che i termini di servizio per la piattaforma podcast di Facebook assicurano che l’azienda abbia il diritto di realizzare “opere derivate” con i contenuti. Non ci sono dettagli su cosa significhi esattamente, ma è qualcosa da tenere a mente prima di inviare un podcast alla società di Mark Zuckerberg.

Facebook fornirà anche una funzione chiamata “Clips” per aiutare i creatori a promuovere i loro podcast con brevi clip di un episodio che possono essere condivise ovunque sul social network.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

Huawei Watch GT, smartwatch al prezzo più conveniente del Web

next
Articolo Successivo

RedMagic Watch, recensione. Smartwatch elegante e conveniente

next