Durante l’audizione davanti alla Commissione Antimafia la ministra della Giustizia Marta Cartabia si è soffermata sull’importanza del contributo fornito dai collaboratori di giustizia nel contrasto alle organizzazioni mafiose. “Il contributo dei collaboratori di giustizia si è storicamente rivelato assai rilevante – ha spiegato – Quindi reputo che la norma sui collaboratori di giustizia sia una norma da preservare, anche se pronunciare queste parole in questo momento è impegnativo”. Cartabia quindi ha concluso: “Non sono insensibile al dolore dei familiari delle vittime, provocato dalla scarcerazione di Brusca, ma le parole pronunciate da Maria Falcone credo siano state un commento più che pertinente. Lei diceva: ‘Mi addolora ma è una legge dello Stato che ha voluto lo stesso Giovanni Falcone'”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Corruzione, ministra Cartabia in Antimafia: “Non saranno intaccati i poteri di indirizzo e di vigilanza dell’Anac”

next
Articolo Successivo

Nave Caprera, 3 militari della Marina Militare condannati e un’assoluzione per le sigarette di contrabbando trasportate a bordo dalla Libia

next