La Ferrari di Charles Leclerc scatterà dalla prima posizione in griglia domani per il Gran Premio dell’Azerbaijan. Il pilota monegasco ha chiuso la Q3 con un tempo di 1:41.218, davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton, che ha chiuso in 1’41″450 e alla Red Bull di Max Verstappen, in 1’41″563 . Quinto l’altro ferrarista Carlos Sainz, appena dietro un inaspettato Pierre Gasly su Alpha Tauri. Sesto posto per Lando Norris, su McClaren. Grande delusione invece per l’altro pilota Mercedes, Valtteri Bottas, che chiude in decima posizione. La sessione di prove è stata interrotta a meno di due minuti dalla fine a causa di un incidente che ha visto coinvolto l’altro pilota dell’Alpha Tauri, Yuki Tsunoda.

“Pensavo che fosse un giro schifoso – ha commentato Leclerc – poi ho avuto una grande scia nell’ultimo settore. Non pensavo di esser così competitivo come oggi. Un’altra pole dopo Montecarlo, sono molto felice, una bellissima sensazione. Ancora una pole con la bandiera rossa, la prossima volta spero di ottenerla in una situazione normale. Le sensazioni sono buone, Mercedes e Red Bull credo abbiamo qualcosa in più. Spero di mantenere al via la prima posizione, sarà difficile”.

Per Leclerc si tratta della seconda pole position consecutiva dopo quella di due settimane fa a Montecarlo, la nona in carriera.

Soddisfatto anche Lewis Hamilton, piazzatosi subito dietro Charles Leclerc. “Il giro è stato buono – ha detto il pilota della Mercedes in conferenza stampa – . Certamente non ci aspettavamo questo risultato, per noi fondamentale, perché abbiamo faticato per tutto il weekend e penso si sia visto. Però abbiamo mantenuto la calma, senza mai gettare la spugna. Abbiamo cambiato tante cose inseguendo il bilanciamento giusto, non è stato facile ma ha funzionato”. “Il lavoro che abbiamo fatto stanotte tra una sessione e l’altra è stato fantastico da parte del team – conclude il pilota inglese -. Stare con questi ragazzi è una grandissima motivazione. Essere qui anche con Valtteri in top-10 è un enorme sollievo e lo dobbiamo al meraviglioso team che abbiamo. Nel ritmo gara siamo molto più forti, spero che ci troveremo in questa stessa posizione domani, così da poter lottare”.

Determinato a ripetere la prestazione di Montecarlo anche Max Verstappen. Dopo le qualifiche, il pilota della Red Bull ha detto “Qualifiche stupide, se devo essere onesto. Comunque è andata così. Abbiamo una buona macchina. Credo che potremo vincere anche da questa posizione. Stava andando tutto bene, ma poi nel Q3 succede ogni volta questo schifo. Peccato, ma nei circuiti cittadini sono cose che capitano”. “Domani spero che potremo gestire le gomme e fare buoni punti – aggiunge Verstappen -. Siamo sempre davanti, mi sarebbe piaciuto partire ancora più avanti, ma è tutto in gioco. Come si è visto in qualifica può succedere di tutto, magari possono succedere anche in gara. Speriamo di partire in modo pulito e poi vediamo. Tre macchine diverse davanti, è sempre bello avere gare così”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Max Mosley, morto a 81 anni l’ex capo della FIA: tra scandali sessuali e giochi di potere, ha contribuito a rendere la F1 un circus miliardario

next
Articolo Successivo

F1, oggi il Gran premio dell’Azerbaijan a Baku: gli orari e la diretta tv (Sky e TV8)

next