“Ho tenuto a precisare che l’identificazione dell’associazione con la loggia massonica che ha i suoi riti e così via non funziona“, così l’avvocato Piero Amara, intervistato a Piazzapulita a La7, sottolineando che “non era il capo” della cosiddetta “loggia Ungheria” e smentendo di aver mai “avuto iniziazioni massoniche”.

Alla domanda se è vero che per riconoscersi si usavano “tre tocchi dell’indice sul polso“, Amara poi conferma: “Questo è vero, tra di noi, soltanto la prima volta o se c’erano dei dubbi, ci riconoscevamo così”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, latitante da 15 anni torna in Italia per il compleanno della figlia: arrestato

next
Articolo Successivo

Tiziana Cantone, i pm dispongono la riesumazione del corpo: “Atto dovuto” dopo gli accertamenti della famiglia sul cellulare

next