“È stata una omissione consapevole“. Lo ha detto la procuratrice di Verbania, Olimpia Bossi, definisce così la decisione di inserire il forchettone nel freno di emergenza della funivia del Mottarone precipitata domenica provocando la morte di 14 persone. Quella di ovviare ai problemi dell’impianto, che continuava a fermarsi, è stata dunque secondo l’accusa una “scelta deliberata” delle tre persone per cui nella notte è stato disposto il fermo

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mottarone, Ghezzi (presidente esercenti funivie): “Blocco freni è di una gravità inaudita. Noi primi che vanno sulle cabine, sicurezza è priorità”

next
Articolo Successivo

Stragi naziste, il pm Marco De Paolis riceve l’Ordine al merito della Germania per i suoi processi contro i criminali di guerra

next