Novanta giorni di tempo per mettere a punto e consegnare alla Casa Bianca un report sulle origini del Covid. A 48 ore dal pezzo del Wall Street Journal che rivelava il contenuto di un rapporto dell’intelligence su tre virologi di Wuhan che già ad autunno 2019 avevano sintomi compatibili con influenza o Sars-Cov-2, il presidente americano Joe Biden insiste per fare luce sulla nascita del virus. E si rivolge sempre agli 007 Usa, ai quali ha chiesto di “raddoppiare i suoi sforzi per raccogliere e analizzare informazioni che potrebbero portarci più vicino ad una conclusione definitiva” sulle origini del Covid-19 e di riferirgli “entro 90 giorni”.

Il dossier dovrà inoltre indicare “ulteriori possibili direzioni di indagine, con domande specifiche per la Cina” e a collaborare alla sua stesura sarà l’intelligence insieme ai “laboratori nazionali e alle altre agenzie”. Un lavoro sul quale bisognerà tenere “completamente informato il Congresso“. Biden insiste inoltre sul fatto che “gli Stati Uniti continueranno a lavorare con i partner in tutto il mondo per fare pressioni affinché la Cina partecipi ad un’inchiesta piena e trasparente, basata sulle prove scientifiche e che fornisca accesso a tutti i dati e le prove rilevanti”.

Una squadra di ricercatori guidati dall’Oms ha trascorso quattro settimane in Cina, pubblicando poi un rapporto a marzo in cui si afferma che la possibilità che il Covid sia stato originato in una laboratorio è “estremamente improbabile”. Ma non è stata scientificamente esclusa. Anche Anthony Fauci, direttore dell’Istituto nazionale di malattie infettive e consigliere della Casa Bianca sul Covid, è tornato sul tema due giorni fa, affermando di non essere convinto che Sars-Cov-2 si sia sviluppato per vie naturali.

Quando gli è stato chiesto se il virus fosse stato originato naturalmente, Fauci ha risposto: “Non ne sono convinto, penso che dovremmo indagare su ciò che è successo in Cina. Certamente le persone che stanno indagando sostengono che l’emergenza nasca da un animale che ha contagiato gli individui, ma potrebbe essere stato qualcos’altro e noi abbiamo bisogno di scoprirlo. Per questo sono assolutamente a favore di un’indagine“. Dichiarazioni per le quali è stato attaccato dai media di Stato cinesi, secondo cui “la moralità delle élite americane è ancora più degenerata e Anthony Fauci ne fa parte”. La portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, ha ribadito che gli Usa chiedono all’Oms di sostenere un’indagine sulle origini del virus “libera da interferenze e politicizzazioni“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

California, sparatoria in un deposito di trasporti: 9 vittime. Morto l’aggressore

next