“Da parte mia e dell’Iss non c’è mai stata la volontà di nascondere la verità, abbiamo sempre reso pubblici tutti i dati in qualsiasi momento, anche quelli più scomodi. Stiamo parlando di un documento dell’Oms che noi abbiamo visto il giorno della pubblicazione e, come abbiamo avuto modo di dire, siamo rimasti molto stupiti non tanto dal documento in sé, ma” del fatto che, “avendo collaborato durante tutta l’epidemia con l’Oms, fosse uscito questo documento di cui nessuno aveva avuto notizia. Né il presidente dell’Iss né altri dell’Iss hanno potere o mandato di intervenire nella vita e nelle dinamiche di altre organizzazioni”. Così il presidente dell’Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, nel suo intervento alla conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio regionale della Cabina di regia, ha risposto alla domanda riguardo al report sul Piano pandemico nazionale ritirato dall’Oms.

“Il dottor Guerra, con cui c’era una frequentazione quotidiana visto che era nel Cts, mi ha mandato una serie di considerazioni personali rispetto alle quali ho preso atto, in maniera cortese, ma non ho espresso giudizi”, ha aggiunto Brusaferro che con Ranieri Guerra aveva avuto anche uno scambio di sms finito nei giorni scorsi sotto i riflettori grazie all’inchiesta di Report. “Successivamente hanno pensato di avviare un processo di revisione interno – ha continuato – rispetto al quale chiede una disponibilità dei ricercatori Iss a collaborare. Ora l’Iss, di fronte all’Oms o altre organizzazioni, ha dato sempre disponibilità. Ma un conto è dare una disponibilità generale, un conto è che poi questa diventi qualcosa di concreto. Perché l’Iss possa entrare e attivarsi deve ricevere una richiesta formale, la deve approvare, deve capire esattamente il mandato e dare mandato ai propri ricercatori per collaborare. Abbiamo sempre fatto cosi e continuiamo a farlo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Barletta, supermercato in costruzione accanto al Castello Svevo. Soprintendenza: “Tutto in regola”. Sindaco: “Sospendere i lavori”

next
Articolo Successivo

Green pass, ecco come funzionerà la carta verde: tampone, vaccino o certificato per muoversi tra regioni non gialle

next