Oggi 15 aprile sono stati annunciati i vincitori della 64ª edizione del World Press Photo, il più importante premio fotogiornalistico del mondo. Per la prima volta nella storia a causa della pandemia la proclamazione si è svolta in due fasi: i vincitori di otto categorie del premio sono stati pubblicati sui canali social e sul sito del Wpp, i vincitori della foto dell’anno e della storia dell’anno sono invece stati annunciati durante una cerimonia online avvenuta dalle 16 alle 17.

La giuria internazionale aveva esaminato i lavori di 4.135 fotografi provenienti da 130 paesi, per un totale di 74.470 immagini. Erano arrivati in finale 45 fotografi da 28 paesi, tra cui tre italiani. La foto dell’anno è stata scattata da Mads Nissen a São Paulo e ritrae una paziente di 85 anni malata di Covid che riceve il suo primo abbraccio dopo cinque mesi. Il vincitore della storia dell’anno è Antonio Faccilongo con la serie Habibi, in cui ha raccontato la storia dei detenuti palestinesi che devono scontare detenzioni nelle carceri israeliane e hanno trovato il modo di fare arrivare il proprio sperma alle mogli per cercare di avere dei figli.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, basta con l’uomo solo al comando: nasce il progetto ‘i50sindaci’

next
Articolo Successivo

Il Papa emerito Benedetto XVI compie 94 anni: di lui colpisce sempre la straordinaria chiarezza

next