Il colonnello della Guardia di finanza Fabrizio Nicoletti, 58 anni, comandante provinciale di Vercelli, e il suo autiere brigadiere Maurizio La Sala sono stati arrestati con le accuse di truffa ai danni dello Stato, falso ideologico in atto pubblico, peculato e abuso d’ufficio e si trovano attualmente ai domiciliari. Ad eseguire le misure, disposte dal gip, sono stati i militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Torino.

I due militari delle fiamme gialle sono accusati di aver indicato sulle scritture di servizio orari, località di lavoro e attività di servizio false, ottenendo dal ministero il pagamento di somme che non gli spettavano. Gli inquirenti sostengono che anche l’auto istituzionale del colonnello sarebbe stata utilizzata per scopi privati, così come l’affidamento all’autiere (nel linguaggio militare è chi si occupa di guidare autoveicoli) di compiti non rientranti nella mansioni di servizio.

Oggi sono previste, oltre alle ordinanze cautelari della Procura, numerose perquisizioni per ottenere documentazione, alcune delle quali anche negli uffici del Comando Provinciale dei finanzieri di Vercelli. Al momento nel registro degli indagati risultano iscritti altri tre militari.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trento, trasferito il presidente del tribunale Avolio. Csm: “Condotta opaca e inopportuna, percepito come potenzialmente avvicinabile”

next
Articolo Successivo

Palermo, una paziente 28enne denuncia il suo neuropsichiatra per violenza. Arrestato Marcello Grasso, fratello del senatore

next