È morto l’ex campione di volley Michele Pasinato, campione d’Europa e del Mondo con la Nazionale. Aveva 52 anni. Veneto, fece parte della gruppo azzurro, collezionando 256 presenze e partecipando con la ‘squadra del secolo’ alle Olimpiadi di Barcellona 1992. L’anno successivo e poi nel 1995 vinse due volte gli Europei, schiacciando i match point dell’oro, e nel 1998 faceva parte della Nazionale, guidata da Julio Velasco, capace di trionfare ai Mondiali.

A livello di club vestì le maglie del Petrarca Padova, con cui vinse la Coppa Cev nel 1994, e Gabeca Montichiari. Pasinato è recordman di punti segnati nella regular season della massima serie del campionato italiano, con 7.031 punti in 280 partite. “Da parte del presidente Giuseppe Manfredi, dei vicepresidenti Adriano Bilato e Luciano Cecchi, del segretario generale Alberto Rabiti, del Consiglio Federale e dell’intera Federazione Italiana Pallavolo giungano alla famiglia di Michele sentite condoglianze”, il commiato della Fipav.

Dopo aver chiuso la carriera da giocatore nel 2006, Pasinato era entrato nel settore tecnico della Pallavolo Padova, dove si occupava delle squadre giovanili che ha seguito fino a quando il male contro il quale lottava da tempo non lo ha costretto a fermarsi. Lascia una moglie, Silvia, e due figli, Edoardo e Giorgio.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ogni maledetto giovedì (!!!) – Recupero di A: l’unica volta che Juve e Inter giocano di mercoledì ad aprile

next