Mattinata di code e proteste all’ospedale San Gerardo Vecchio di Monza dove decine di over80 si sono presentati spontaneamente per ricevere la prima dose del vaccino. Diversi anziani hanno dovuto aspettare al freddo a causa della fila che si è creata fin dall’apertura del centro. C’è chi si è registrato a febbraio sulla piattaforma di Aria ma non ha mai ricevuto l’appuntamento. C’è chi non si è mai registrato ed è venuto ugualmente. Ma c’è anche chi aveva l’appuntamento oggi e ha dovuto aspettare a causa dei ritardi creati dalla “vaccinazione libera”. Una situazione che arriva dopo le dichiarazioni discordanti dei vertici della Regione negli scorsi giorni. Da un lato la vice presidente Letizia Moratti che aveva aperto la vaccinazione agli over 80 che non avevano ancora avuto l’appuntamento. Dall’altro il commissario al piano vaccinale lombardo Guido Bertolaso che vincolava questa possibilità alla prenotazione con Aria. In mezzo però, ci sono gli operatori del centro che sono stati chiamati a lavoro extra e tanti anziani che oggi hanno dovuto attendere al freddo. La situazione al termine della mattinata è poi rientrata e gli operatori sanitari sono riusciti a smaltire la coda, vaccinando tutti gli anziani in fila.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Torino, la polizia stronca giro di spaccio da 2 milioni e mezzo: in un appartamento 30 chili di cocaina e 50 mila euro in contanti (video)

next