Prosegue il calendario della settima stagione dell’e-Prix, dopo le due tappe “notturne” di apertura in Arabia Saudita. Sabato 10 e domenica 11 aprile Roma ospiterà la prima gara europea della Formula E, competizione da quest’anno fregiata del titolo di campionato mondiale FIA. La tappa si svolgerà in due giornate quindi, con la prima gara prevista nel pomeriggio di sabato e la seconda in quello della domenica.

L’appuntamento romano, che quest’anno non vedrà la partecipazione in presenza del pubblico, si disputerà ancora una volta sul circuito cittadino dell’Eur, ma proposto con delle variazioni. Con 3.385 metri (contro i 2.840 m delle passate edizioni), il tracciato è uno dei più lunghi delle tappe del calendario: le 24 monoposto elettriche in gara dovranno affrontare 19 curve, rettilinei più sfidanti, passando intorno all’obelisco di piazza Marconi e per la prima volta anche davanti al Colosseo Quadrato, per poi raggiungere il traguardo davanti al Palazzo dei Congressi.

Il nuovo tracciato, pensato anche per ridurre i disagi di viabilità ai residenti del quartiere e a quanti devono raggiungerlo quotidianamente, tocca infatti in modo superficiale via Cristoforo Colombo, e l’intero perimetro sarà chiuso ai pedoni dalle 5 del sabato mattina fino alle 20.30 della domenica. Per consentirne, invece, l’organizzazione e lo smantellamento, il sito di Roma Mobilità avverte che il tratto viale Europa-via delle Tre Fontane sarà bloccato dalle ore 20.30 di giovedì 8 alle ore 5 di lunedì 12 aprile.

L’evento, che per via delle restrizioni anti-Covid si terrà per la prima volta a porte chiuse, sarà trasmesso in diretta, sia sabato che domenica, sui canali social ufficiali (Facebook e Youtube) e sul sito di Formula E, oltre che sui canali tv Mediaset e SkySport.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Polestar 0 project: nel 2030 la prima auto climaticamente neutrale

next